Da Demi Moore a Golino è la moda del "toy boy"

È la rivincita delle 50enni
d’assalto: da un capo all’altro dell’oceano impazza la moda del "baby"
fidanzato. In perfetto stile <em>Il Laureato</em>, le &quot;cougars&quot; non rinunciano ad esprimere la loro femminilità facendo perdere la
testa a giovani

Los Angeles - L’amore vince su tutto? Sembrerebbe di sì, soprattutto sull’età. È la rivincita delle cinquantenni d’assalto: da un capo all’altro dell’oceano impazza la moda del "baby" fidanzato. Da Madonna, vera pioniera del genere, che sembra stia per sposare il suo Jesus Luz (di ben 28 anni più giovane di lei) a Demi Moore e Asthon Kutcher, tra le over 40 di tutto il pianeta il diktat è: meglio giovane. In perfetto stile Il Laureato, le "cougars", così ribattezzate con un termine traducibile nell’italiano "coguari" o "donne puma", forse per quel non so che di felino che le caratterizza, non rinunciano ad esprimere la loro femminilità facendo perdere la testa a giovani (e bellissimi) esemplari maschili che potrebbero essere, in una società ormai decisamente antiquata, benissimo i loro figli.

Alla ricerca del toy boy Esempio emblematico del genere la quasi sessantenne Kathryn Bigelow, la prima donna a vincere l’Oscar come miglior regia (per The hurt locker). I "58 anni meglio portati al mondo", com’è stata definita, ha presentato - in occasione della cerimonia di consegna del premio - anche il segreto di tanta grazia, ovvero il giovanissimo fidanzato 35enne, lo sceneggiatore Mark Boal. Ma se l’America di Ivana Trump e i suoi baby mariti (non ultimo l’italianissimo Rossano Rubicondi) non stupisce più di tanto, data anche la vicinanza al pazzo mondo hollywoodiano, fa più scalpore che il desiderio di affermazione affettivo - sessual - emotivo delle giovani cinquantenni si stia diffondendo a macchia d’olio anche in Europa. La sfida europea infatti rilancia alla grande. A partire da Iris Robinson: la moglie sessantenne del primo ministro dell’Irlanda non ha resistito al richiamo dell’infanzia dorata, tradendo il marito Peter con l’imberbe Kirk McCambley, di appena 19 anni.

Una moda anche italiana Anche l’Italia però non è da meno: l’attrice Valeria Golino, 42 anni, è felicemente fidanzata da ormai oltre 5 anni con il collega 30enne Riccardo Scamarcio. Una passione artistica e sentimentale che la coppia rivendica affermando che, tra i due, è proprio lui ad essere il più tradizionalista, mentre è lei la più ribelle ed anticonformista. Dopo la Golino, tante altre ladies nostrane, starlettes e non, ne hanno seguito l’esempio in un crescendo che sembra sbaragliare una volta per tutte - e in fondo meno male - ogni retroterra culturale retrogrado e bacchettone. Baby compagno "esotico" anche per la burrosa conduttrice Antonella Clerici, 47 anni, che ha conosciuto il suo Eddy Martens, di 13 anni più piccolo di lei, durante un viaggio e ne ha fatto il papà della sua piccola Maelle.

I casi più eclatanti Il caso più eclatante - e recente - è forse quello dell’attrice Barbara De Rossi. A pochi mesi dalla fine del suo matrimonio con l’etoile Branko Tesanovic, venti chili in meno e un buonumore pienamente recuperato, l’attrice ha ritrovato l’amore in un giovane cantante partenopeo, il 29enne Anthony Manfredonia, ben 21 anni in meno di lei. "Un colpo di fulmine - ha dichiarato la De Rossi - il miglior regalo per il mio cinquantesimo compleanno". Non scoraggia il trend baby è megliò nemmeno il recente studio della rivista tedesca Demography, secondo il quale una donna che sposa un partner molto più giovane avrebbe una mortalità maggiore del 20% rispetto a quelle che scelgono un coetaneo. Insomma, le donne non sembrano avere dubbi: meglio vivere meno, ma prendersi il meglio...