Denise, indagati anche due cugini

Ancora rivelazioni del pentito Giuseppe D'Assaro, marito di Rosalba Pulizzi, la zia di Denise, indagata ieri. I due accusati sono Giovanna D'Assaro (figlia della Pulizzi e cugina di Denise) e il marito Antonino Cinà

Palermo - Per il sequestro di Denise Pipitone sono indagate altre due persone: Giovanna D’Assaro, cugina della bambina, e il marito Antonino Cinà. Giovanna D’Assaro è la figlia di Rosalba Pulizzi e di Giuseppe D’Assaro, l’uomo che in queste ore sta accusando l’ex moglie di aver tenuto Denise sequestrata. Giovanna D’Assaro e il marito, secondo il dichiarante, avrebbero nascosto nella loro casa di Palermo la bimba fino alla morte. I magistrati di Marsala li interrogheranno nelle prossime ore.

La ricostruzione Il pentito Giuseppe D’Assaro, nelle dichiarazioni rese ai magistrati di Marsala, ha sostenuto di avere appreso della morte di Denise da una telefonata ricevuta dal genero, Antonino Cinà, ora indagato. Quest’ultimo gli avrebbe comunicato che la piccola sarebbe deceduta in seguito all’assunzione di tranquillanti e gli avrebbe chiesto aiuto per sbarazzarsi del corpo. D’Assaro sarebbe arrivato a Palermo e Cinà gli avrebbe consegnato un borsone con il corpo di Denise, che il pentito avrebbe poi buttato in mare. I magistrati sono molto cauti nel valutare le dichiarazioni del pentito che in diverse circostanze non avrebbero trovato riscontri.