Da Denti a Californication, l'amore in Dvd non è mai banale

Tra le novità in Dvd da segnalare anche la raccolta dei Peanuts e il biopic su Andersen

Uno dei film più curiosi dell'ultima stagione cinematografica è certamente Denti, l'horror (che non ti aspetti) ora distribuito, in Dvd, da Mediafilm. La pellicola è, in effetti, un incubo per lo spettatore maschio ma una panacea per le donne perché materializza, sul schermo di casa, il loro sogno di dominare sessualmente l'uomo; anche al punto di castrarlo. La protagonista del film, infatti, è una ragazza che vuol mantenere la verginità fino al matrimonio. I maschietti, però, non le fanno mancare le avances, anche spinte. Peccato che la vagina della suddetta sia provvista di denti come finiranno per sperimentare un suo compagno di classe (che finirà evirato), un ginecologo troppo disinvolto con le dita (che finiranno mozzate) e via di questo passo. Insomma, la rivincita per secoli di abusi maschili sul sesso debole passa proprio da lì. Difficile, quindi, non immedesimarsi e tifare per la protagonista (anche se si è uomini), divertente nella sua incapacità di gestire un simile «dono», ma spietata come una serial killer nel tranciare «l'oggetto dell'orgoglio maschile». Inutile nascondere che la tensione, quando la ragazza fa sesso, sale e ti viene spontaneo girare la testa immedesimandoti nel malcapitato di turno. Un titolo da non perdere che piacerà per il suo modo grottesco ed intelligente di trattare un tema delicato. Discreto il comparto audio e quello video mentre gli extra si segnalano esclusivamente per il ricco backstage. Per chi rifugge i titoli commerciali preferendo un cinema di qualità, segnaliamo l'interessante Andersen - una vita senza amore, distribuito, in dvd, da Medusa Home Entertainment. Il protagonista di questo biopic è proprio l'autore di favole che ha fatto sognare intere generazioni di bambini. In questa pellicola, però, l'uomo che regalava amore ai più piccoli appare, in realtà, come innervato da una aridità di sentimenti che lo portò ad una morte solitaria. Il ritratto che ne emerge è quello di un uomo alla costante ricerca del successo personale, incapace di includere persone dell'altro sesso nella sua vita. Dalla sorellastra, figlia di uno stupro subito dalla madre, a Henriette Wolf, figlia di un ammiraglio, da sempre innamorata di lui, Andersen ha chiuso la porta del suo cuore limitandosi a platoniche amicizie. Di una sola donna era perdutamente innamorato: la cantante svedese Jenny Lind che, però, lo stimava come autore e nulla più. Da qui il giusto richiamo del titolo ad una vita senza amore, alimentata anche dalla sua egocentrica rozzezza, dalla sua cieca aridità, dalla sua personalità complessa e contorta. Ci rimangono le favole e, a ben vedere, è l'unica cosa che veramente conti. Se siete tra i tanti appassionati di Charlie Brown allora non dovete perdere il cofanetto Peanuts Deluxe Collection, distribuito da Warner Home Video. Un prezioso oggetto da collezione per celebrare il mondo dei Peanuts creato dal geniale Charles Schulz. In cinque dischi, potrete gustarvi alcune delle più belle avventure di Charlie Brown, Linus, Lucy, Snoopy e del resto dei loro amici. In Sii il mio Valentino, Charlie Brown, ritroveremo il nostro eroe alla presa con la bella ragazza dai capelli rossi. Le festività sono invece al centro di E' il Brachetto Pasquale, Charlie Brown e di Un Natale da Charlie Brown nel quale scopriremo come una recita possa infondere, nuovamente, lo spirito natalizio smarrito. Completano il cofanetto anche Un giorno del ringraziamento da Charlie Brown e E' il Grande Cocomero, Charlie Brown (su Halloween). Molte delle storie inserite sono state rimasterizzate con un notevole perfezionamento di audio e video. I dischi contengono almeno due episodi che diventano tre in quello di San Valentino. Una delle serie televisive più trasgressive ed apprezzate dell'ultima stagione è stata, senza dubbio, Californication. Ideata da Tom Kapinos ed interpretata da David Duchovny, la serie ha come protagonista uno scrittore che ha perso, da tempo, la sua vena creativa. Si trasferisce a Los Angeles, città che odia, per cercare di riconquistare l'ex Karen, in procinto di sposarsi, e di mantenere i legami con la figlia Becca. I suoi propositi, però, si infrangono puntualmente contro le bottiglie di alcool che si scola e, soprattutto, a causa delle numerose avventure di una notte che si concede senza sosta. A piacere è il linguaggio esplicito che accompagna i dodici episodi della prima serie (ma sta arrivando la seconda) e le immagini non da prima serata. Duchovny, poi, è perfetto nel raffigurare un personaggio cinico, egocentrico, strafottente, incapace di affrontare i problemi. Paramount ha da poco distribuito il cofanetto della prima serie con in più interviste al cast e il primo episodio di Dexter.