Dentifrici analizzati: nessun rischio Ma scoppia la psicosi

Le prime analisi sui campioni di dentifricio sequestrati in Italia sono tranquillizzanti, secondo una nota del ministero della Salute. Il dentifricio esaminato è privo di dietilenglicole, come erano anche negativi i test su presunte contaminazioni batteriche, e quindi non esisterebbe alcun reale pericolo sanitario.
La psicosi tuttavia non si ferma, nè in Italia nè in Europa. A Napoli una casalinga 56enne ha denunciato ai carabinieri che il marito aveva riportato infiammazioni alla bocca e alle gengive dopo essersi lavato i denti con un dentifricio Colgate, e i carabinieri hanno sequestrato anche oggi centinaia di tubetti contraffatti. I sequestri di dentifrici provenienti da paesi extra europei proseguono anche in Spagna e in Gran Bretagna.