Dentista gratis per chi sgambetta la Juve

Alessandro Parini

da Torino

Gli avversari fanno quello che possono. Poco, per il momento. La Juve marcia ai mille all’ora e i numeri sono lì a testimoniarlo: dalla stagione 1994-95, ovvero da quando vengono assegnati tre punti per ogni vittoria, mai nessuno era partito così forte infilando cinque vittorie nelle prime cinque partite di campionato. E allora, dal momento che sul campo per il momento pare esserci poco spazio per gli avversari, meglio metterla sullo scherzo. Una cosa a metà tra il serio e il faceto. Una taglia, insomma. Come nel Far West di cui abbiamo letto sui libri di storia, nei romanzi e in fumetti vari. O, ancora, come in Inghilterra e Germania di questi tempi, dove si sono inventati incentivi per tentare di arginare lo strapotere di Chelsea e Bayern Monaco. Ci ha pensato la trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su RadioDue. La Juve vince sempre? Stuzzichiamo gli avversari: chi vuole, telefoni e offra qualcosa. Qualunque cosa, pur di vedere la Signora arrancare e non uscire dal campo con tre punti in saccoccia. Sono fioccate telefonate, ma non risulta che Capello e Moggi si siano spazientiti né preoccupati più di tanto. E quindi: la prima squadra che riuscirà a battere i bianconeri potrà curarsi i denti gratuitamente grazie a un professionista milanese, non si sa se interista o milanista ma certamente infastidito dallo strapotere torinese. Dal Piemonte, un probabile tifoso del Toro ha garantito dodici bottiglie di buon vino, non importa se Barbera o Dolcetto. Da Corato, provincia di Bari, sono stati promessi mille litri di olio che potrebbero servire per condire al meglio i tre quintali di patate che arriveranno da un altro tifoso inacidito. Altro arriverà.
Domenica prossima, per la cronaca, Juventus-Inter: chissà se Adriano ha i denti a posto.