La denuncia del Codici: «Pronto Acea? Il call center non risponde»

Ogni Azienda che si rispetti ne ha uno: parliamo del call center. Quello della Società Acea Spa, però sono due mesi che non risponde alle chiamate dei cittadini. La denuncia arriva dal Codici - il coordinamento per i diritti del cittadino. Dallo scorso dicembre, infatti, molti utenti romani hanno difficoltà ad interagire con gli operatori del call center. Il telefono squilla a lungo e spesso a vuoto. Gli utenti che necessitano di risolvere questioni importanti sulle proprie bollette dell’energia elettrica rimangono appesi alla cornetta nella vana attesa che qualcuno risponda. Dopo numerose segnalazioni, il Codici è intervenuto cercando di mettersi in contatto telefonico con il call center Acea e ha effettivamente riscontrato un totale disservizio. «La linea telefonica è sempre occupata e quando è libera nessun operatore risponde». «Questa è una situazione insostenibile» ha dichiarato Ivano Giacomelli, segretario nazionale del Codici. Soltanto qualche tempo fa, nel mese di novembre L’Aeeg, l’authority per l’energia elettrica e il gas, ha realizzato e messo in atto un sistema di monitoraggio dei call center per le aziende che distribuiscono servizi quali l’acqua e il gas, Acea compresa. L’obiettivo è stato quello di consentire loro di adeguarsi a degli standard qualitativi più elevati. Il fatto è che, non appena l’indagine è terminata, il call center di Acea ha smesso di funzionare del tutto. È cosa nota che i call center sono un vero e proprio spauracchio per i cittadini che spesso si trovano a dover parlare con operatori del tutto impreparati. Certo che, se dall’altro capo del filo nessuno risponde, le cose si complicano. Cosa devono fare i consumatori per avere informazioni su servizi che regolarmente pagano? Lo stesso Codici, che da sempre si occupa delle esigenze dei consumatori, ha già inviato alcune segnalazioni alla Aeeg affinché si faccia chiarezza al più presto mediante degli strumenti di controllo più accurati e prolungati nel tempo. Nell’attesa possiamo solo sperare che le bollette siano regolari e che in casa non vada via la luce...