Denuncia i bulli: a scuola sotto scorta

Ha sedici anni, frequenta l’istituto professionale Bertarelli in corso di Porta Romana, e da qualche tempo è costretta ad andare a scuola scortata dalla polizia. La ragazza è, infatti, oggetto di minacce e atti di violenza da parte di una coetanea che frequenta la stessa scuola ed è legata, e appoggiata, da un gruppo di teppisti, i Latin King. Motivo del contendere, la simpatia per lo stesso ragazzo.
È stata la dirigente scolastica dell’istituto, Teresa Capra, ad avvertire le forze dell’ordine. Sul problema del bullismo si è mobilitata anche la Direzione scolastica regionale che ha istituito un osservatorio che sta lavorando proprio per dare sostegno alle scuole. «Il fenomeno non è nuovo - dice la responsabile Anna Maria Dominici -, ma emerge sempre di più perché c’è maggiore sensibilità ad avvertire il problema e a fronteggiarlo».