Denuncia Pd Libro nero sugli abusi urbanistici

Un convento nel centro di Milano diventato, senza variante, un albergo di lusso (quello di via Fratelli Gabba, che oggi ospita l’hotel Bulgari). Ventisei laboratori industriali trasformati senza permessi in loft. Le camere di una casa di cura riconvertite in appartamenti. Sono alcuni dei capitoli del «libro nero dell’urbanistica» che il Pd ha redatto come atto d’accusa contro l’amministrazione comunale. A raccogliere in un faldone denunce, esposti alla Procura, interrogazioni consiliari e le risposte, giudicate «evasive», di Palazzo Marino è stato il consigliere comunale democratico Aldo Ugliano che ha contato, nell’ultimo decennio, 39 violazioni al piano regolatore e alle discipline edilizie. Abusi che avrebbero comportato, secondo il Pd, «un ammanco erariale di 16 milioni di euro in oneri. «Vogliamo - chiede Ugliano - che si apra una riflessione su queste violazioni che hanno comportato un danno per amministrazione e cittadini».