La denuncia Presidio dei pompieri «Noi spremuti, sicurezza rischio»

Presidio di protesta dei vigili del fuoco all’esterno del comando centrale di via Messina ieri mattina, in occasione della festa di Santa Barbara. Gli uomini, una sessantina, hanno manifestato sotto le insegne dei sindacati confederali e di base, in rappresentanza anche dei colleghi impegnati all’interno nella tradizionale cerimonia alla presenza del sindaco Letizia Moratti e del prefetto Gian Valerio Lombardi. «Vera spremuta di pompieri», «Basta spremerci è rimasta solo la buccia» e «Vigili del Fuoco ultimi spremuti», oltre che «Maroni dove sono i pompieri per Milano?», erano le scritte su cartelli e manifesti. E alle spalle dei manifestanti, un banchetto di vendita improvvisata di frutta e «Spremuta Silvana», con riferimento all’attuale comandante Silvano Barberi. Gli uomini del 115 dicono «no alla riduzione della sicurezza e dei servizi ai cittadini». Al centro dell’iniziativa, la mancanza di uomini e mezzi a Milano. «I pompieri di Milano - spiegano - denunciano alla cittadinanza che il servizio di qualità fin qui garantito con grandi sacrifici sarà messo in discussione con ripercussioni sia per la sicurezza delle squadre operative sia per quella dei cittadini».