Depp, un diabolico barbiere da Oscar

Fiumi di sangue e brividi senza requiem. Con lo stilizzato Sweeney Todd - Il diabolico barbiere di Fleet Street, thriller ispirato al popolare musical di Stephen Sondheim, vincitore di due Golden Globe e pluricandidato agli Oscar (per le scene il nostro Dane Ferretti), le visioni oniriche di Tim Burton si tingono di rosso. Tra pasticci di carne umana e granguignol, gole tagliate e sguardi luciferini, un canterino Johnny Depp - alter ego di Burton dai tempi di Edward mani di forbice - indossa il camicie di Sweeney Todd, barbiere dal cuore invelenito e votato alla dannazione. Dopo quindici anni di ingiusta galera, Benjamin Baker alias Sweeney Todd aiutato dalla dolce signorina Lovett (Helena Bonham Carter), provetta pasticciera che spera nei fiori d’arancio, riapre sotto mentite spoglie la sua bottega di barbiere e inizia ad affilare rasoi assaporando il gusto della vendetta (in 19 sale e in originale al Metropolitan).
Una valigia piena di dollari trovata nel deserto da un cacciatore (Josh Brolin), un killer efferato e démodé (Javier Bardem) che trucida le sue vittime con un fucile ad aria compressa, uno sceriffo disilluso (Tommy Lee Jones) che segue la pista di sangue per inchiodare l'assassino. Adrenalina, inseguimenti e omicidi sono gli ingredienti del nuovo film dei fratelli Coen Non è un paese per vecchi, thriller western tratto dal libro Old man del premio Pulitzer Corman McCarthy ambientato tra Texas e Messico. Candidato a 8 premi Oscar, il film esamina le reazioni a catena provocate dall’avidità e dalla crisi di valori dei nostri tempi, senza redenzione (in 19 sale e in originale al Nuovo Olimpia).
Altri film in uscita John Rambo, ennesima puntata della saga del reduce dal Vietnam interpretato da Sylvester Stallone, che è anche regista. E Persepolis, originale cartoon tratto dal best seller di Marjane Satrapi, che cura la regia con Vincent Paronnaud.