Depp scivola su un paragone fra stupro e fotografie

Johnny Depp si è scusato per il maldestro paragone tra servizi fotografici e stupri. La star 48enne ha diffuso un comunicato nel quale spiega «la brutta scelta di parole da parte mia, nel tentativo di spiegare una sensazione». Il protagonista di Pirati dei Caraibi, in un’intervista a Vanity Fair, che nel prossimo numero gli dedica la copertina, aveva detto che durante le sedute fotografiche «ti senti come se in un certo senso fossi stuprato». «Per favore, accettate le mie scuse sincere», ha detto Depp alla Rape and incest National Network, che aveva duramente criticato l’attore. Intanto Depp vuol portare sul grande schermo la vita di Dr. Seuss (nome d’arte di Theodore Geisel), celebre autore di libri per l’infanzia.