Derby Cdl-Lega al ballottaggio

Confermato: Meda eleggerà il suo sindaco tra quindici giorni, al ballottaggio. A sorpresa potrà scegliere tra Giuseppe Ferrario, sostenuto da Forza Italia, Alleanza Nazionale, Udc, Repubblicani e Partito Pensionati, balzato al 38,9 per cento dei voti, e Giorgio Taveggia, che grazie ai voti della Lega Nord e della lista civica «Meda Città Ideale» con il 28 per cento, punta a sprofondare per la terza volta sulla poltrona più importante del palazzo, dopo la parentesi degli ultimi cinque anni, durante i quali, è rimasto in plancia di comando il sindaco uscente, l’azzurro Adelio Asnaghi. Il paradosso è tutto qui: la Casa della Libertà unita avrebbe messo il turbo e conquistato il governo locale con un risultato prodigioso. Fuori dei giochi, per la prima volta unito, tutto lo schieramento di centrosinistra: Luigi Buraschi (Unione), si è fermato al 25,9 per cento dei consensi. Per lui è il giorno dello smacco, della sconfitta che brucia.