Derby di Genova, incidenti tra tifosi. La partita finisce 0-0

Scene di guerriglia urbana, a Genova, tra le tifoserie di Genoa e Sampdoria. Le due squadre non si affrontavano in un derby di serie A dal 1995

Genova - Per un'ora a Genova sembrava che stessero girando un film con scene da guerriglia urbana. Purtroppo invece era tutto vero e a contendersi il "campo" c'erano le opposte tifoserie di Genoa e Sampdoria, impegnate in serata nell'atteso derby. E' stata un'ora di paura. A molti sono rivenute in mente le scene degli scontri del G8. La questura ha anche valutato l'ipotesi di non far giocare la partita, in programma nel posticipo serale, ma poi per fortuna la situazione si è calmata.

La partita Il derby finisce 0-0 ma la partita, più che per le azioni di gioco, verrà ricordata per i falli, le maglie strappate e gli scarsi lampi di bel calcio. Soltanto alla fine del match le due squadre provano a superarsi ma ormai era troppo tardi. Attimi di paura al 20' quando Bellucci non toglie il piede sull'uscita di Rubinho, lo colpisce e il portiere è costretto ad abbandonare il campo in barella. Al 31' Cassano fa il suo debutto in maglia blucerchiata, a fargli posto Montella. Il talento di Bari vecchia fa vedere che ha ancora classe da vendere, ma non riesce a incidere più di tanto. Il finale della partita è la parte migliore del derby