Dopo il derby Roma e Lazio tra vergogna e delusione: il calcio capitolino fa acqua

Il day after del derby vinto dalla Lazio sabato ha disegnato un sorriso amaro sui visi dei sostenitori biancoceleste e una smorfia su quella dei tifosi giallorossi. Ma soprattutto ha risollevato la questione di una città dove, calcisticamente parlando, non esiste alcuna normalità. Lo hanno dimostrato gli scontri - verbali tra i protagonisti in campo e fisici tra le tifoserie - che hanno condito una partita che pure ci si aspettava corretta e «low profile» se non altro per rispetto del popolo abruzzese che, a soli cento chilometri dalla capitale, sta vivendo drammi certamente maggiori di una partita persa e di un rigore non dato. Insomma, dopo il sabato dell’isteria, la Pasqua e la Pasquetta della vergogna. Ma la partita ha anche di fatto escluso la Roma dalla Champions League, prospettando la fine del ciclo Spalletti e un pasante ridimensionamento della squadra giallorossa.
Di Dio e Leonardi a pagina 49

con un commento di