Derivati, imprese alla finestra

Le imprese italiane sono diffidenti ma non bocciano del tutti i derivati. È vero che il 40% dichiara di aver avuto pessimi risultati dall’utilizzo di questo tipo di contratti. Ma il 20% si dichiara soddisfatto e un altro 40% dichiara risultati «medi». Il dato emerge da una ricerca dell’Osservatorio Legislazione e mercati del Cuoa, che sul tema venerdì e sabato terrà un convegno. Da rilevare però che meno del 20% delle aziende ritiene adeguato il quadro normativo vigente.