Derubato scrive la guida anti-ladri

Prosegue la mobilitazione della cittadinanza e del Comune di Garlenda sul problema sicurezza dopo l'escalation di furti e rapine che si sono verificate nel comprensorio ingauno. Dopo l'assemblea pubblica al Palazzetto dello Sport a pochi giorni dal drammatico episodio della rapina con sequestro alla villa di Giulio Diomedi, ecco una nuova guida dal titolo «Una casa sicura», che raccoglie raccomandazioni e consigli utili per la sicurezza della propria abitazione contro scippi, rapine e aggressioni. L'opuscolo è stato realizzato da Alessandro Gori, residente a Garlenda, una delle vittime dei furti in abitazioni private, redatto con la collaborazione del maresciallo Ruffini della stazione carabinieri di Villanova d'Albenga. L'iniziativa ha subito trovato l'appoggio del sindaco di Garlenda Giuliano Miele, che ha presentato la nuova guida sulla sicurezza al Club House del Golf di Garlenda. L'opuscolo contiene una serie di semplici regole di comportamento per tutelare la sicurezza domestica: mai lasciare le chiavi attaccate alla serratura perchè facilità l'apertura della porta da parte dei malviventi, non lasciare mai le chiavi della casa o dell'automobile in bella vista, oppure evitare di tenere grosse somme di denaro nel portafoglio, e altre ancora. Anche l'onorevole Claudio Scajola ha espresso sostegno all'iniziativa con un telegramma inviato al primo cittadino di Garlenda: «Esprimo pieno appoggio alla mobilitazione del sindaco e della cittadinanza - ha scritto Scajola -. È mio impegno istituzionale e di parlamentare ligure promuovere tutte le azioni necessarie affinché la domanda di sicurezza del comprensorio albenganese possa trovare risposte adeguate e concrete».