Desideri scommette: «Non cambierà nulla»

Gianni Alemanno, presidente della federazione romana di An: «È inaccettabile che si firmi un Patto con il governo in cui l’unico intervento che viene assicurato dal ministero dell’Interno è il trasferimento a Roma di duecento unità di pubblica sicurezza»
Fabio Desideri (capogruppo Dc per le autonomie in consiglio regionale: «La firma di oggi (ieri, ndr) non cambierà nulla e il sindaco Veltroni non incanta più nessuno. In una città governata da 14 anni dalla stessa coalizione, con i nefasti risultati che hanno portato all’emergenza sicurezza, ora si vuol far credere che basti un patto firmato sotto i riflettori per modificare la situazione».
Alessandra Mussolini (Azione Sociale): «I cittadini non ne possono più dei pistolotti e delle chiacchiere di Veltroni e delle buffonate di facciata come il Patto per Roma sicura».
Piergiorgio Benvenuti (capogruppo An in consiglio provinciale): «Chiederemo immediatamente a Gasbarra la convocazione di un consiglio straordinario sulla sicurezza che sarebbe stato opportuno riunire prima della firma del Patto per la sicurezza».