Il design internazionale di «Area» compie 30 anni

Un centro tra i più prestigiosi di quelli che offrono l'arredamento con la "A" maiuscola è certamente quello di "Area International", che proprio in questi giorni ha computo i trent'anni di attività. Sin dall'inizio si propose come azienda leader nel settore dell'arredamento d'interni, presentandosi alla clientela con una nuova tecnica espositiva, che seguiva per la prima volta un percorso rispondente ad una logica ben caratterizzata. Non solo, ma per prima in Italia impostò la vendita indirizzandola alla qualità del servizio e alla trasparenza, sia dei prezzi che dei rapporti professionali. Merita ricordare che quello che oggi avviene normalmente, fu creato con grande intuizione molto tempo fa, attivando promozioni e manifestazioni incentrate su tematiche di attualità e di carattere culturale attinenti il mondo dell'arredamento. Ricordiamo bene il "design danese", il "mobile fai da te", il "rattan", l' "incontro tra scuola e lavoro", le "stanze della vita". Tutti avvenimenti che hanno coinvolto architetti e designers, docenti e studenti, aziende del moderno, del classico, dell'illuminazione e dell'oggettistica. E proprio in questi giorni si è svolta la presentazione della nuova collezione della Minotti, il marchio prestigioso di salotti che si distingue ormai da tempo in tutto il mondo per la qualità dei progetti, per l'esecuzione accurata, per la scelta dei tessuti e la loro lavorazione davvero sartoriale. La "Area International" non è soltanto un unico punto di vendita che si affaccia, con i suoi diecimila metri espositivi, sulla Nuova Valassina a Carate Brianza, è anche un punto vendita che ha due sedi a Milano, in piazza Caneva e in piazza Gobetti; un altro ancora a Carate Brianza, destinata a chi cerca il meglio al prezzo più conveniente, e uno nuovissimo a Brescia in via Pastrengo, che rappresenta la prima realizzazione del progetto di apertura di negozi diretti nelle principali città lombarde. Lo spazio sulla Nuova Valassina è particolarmente significativo, perché si tratta di una presentazione tra le più riuscite a livello europeo; con ben sette piani espositivi, destinati alle camere, soggiorni, imbottiti, camerette e ingressi. Poi le cucine, quindi tutto per arredare il bagno, e grande risalto è dato anche alla casa di stile classico. Merita segnalare tutto questo, perché pensiamo di trovarci di fronte ad una impresa davvero in prima linea, sotto tutti i punti di vista.