Design irrinunciabile per sei aziende su 10

Nel Milanese cresce il numero di imprese che investono nella progettazione dei loro prodotti

Impresa e design, un rapporto sempre più necessario per la competitività e l’elaborazione di nuove strategie aziendali, ma che sembra faticare ad affermarsi pienamente. Secondo un’indagine realizzata tra le Pmi milanesi da Apimilano insieme alla facoltà di design del Politecnico, il design ricopre una notevole importanza per le aziende meneghine: quasi il 60% degli intervistati dichiara di fare investimenti in questo campo.
La cosa che invece sembra non essere ancora pienamente affermata è una visione moderna e complessa del design, inteso come insieme di attività progettuali e strategiche a supporto delle imprese. Non più, dunque, solo presentazione estetica di ciò che viene realizzato, ma una declinazione molto più ampia, che coinvolge, sì, la definizione dei nuovi prodotti, ma anche gli artefatti comunicativi, i servizi e la pianificazione della strategia aziendale, così da fare del design il perno di un sistema integrato di prodotto e uno strumento della competitività. Sebbene il 55% delle imprese lo concepisca come un intervento su tutti gli aspetti del prodotto, il 27% gli attribuisce ancora l’accezione tipica di progettazione estetico-formale (tanto che il 25% di chi investe in design lo fa per migliorare esteticamente i prodotti), mentre ben il 32% ne limita il campo di azione alle prestazioni e agli aspetti funzionali e solo il 16% indica nel design una componente fondamentale della definizione delle strategie aziendali a medio e lungo termine.
Il design è oggi percepito prevalentemente (50% degli intervistati) come strumento per innovare la produzione, specie per quanto riguarda le prestazioni tecniche e la personalizzazione dei prodotti, che permettono di renderli distinguibili nella concorrenza del mercato. Tanto che sono proprio il confronto con i concorrenti (36%) e la richiesta diretta del mercato (21%) le ragioni prime che spingono le aziende a utilizzare il design.
Per promuovere un nuova e più articolata concezione del design, Apimilano e la facoltà di Design del Politecnico hanno avviato una serie di iniziative. Innanzitutto, «Valore d’impresa - Obiettivo design», un ciclo di cinque incontri gratuiti patrocinati da Provincia e Comune di Milano e rivolti agli imprenditori. Il prossimo appuntamento sul tema «Il design strategico. Prodotto, comunicazione e servizio» è in programma domani dalle ore 18 alla POLIteca del Campus Bovisa (info: 02.67140290, studi@apimilano.it).
Sempre in quest’ottica rientrano altre due iniziative, che partiranno entro l’anno. La prima è l’apertura di uno “Sportello design”, al quale le Pmi possono rivolgersi per accedere ai servizi offerti dal Politecnico in questo campo. La seconda prevede la possibilità per designer laureandi di effettuare periodi di stage presso le Pmi milanesi.