Desio Assalto notturno alla villa. Una famiglia ostaggio dei banditi

Quindici minuti di terrore. Un commerciante di Desio, 54 anni e la compagna, 35, casalinga, sono stati ostaggio di una banda di rapinatori che ha assaltato la loro villa di Desio. Il figlio della coppia, 26 anni, è stato minacciato: uno dei balordi è salito e gli ha piazzato la canna della semiautomatica alla testa. Il terzetto ha razziato oltre 15mila euro in gioielli. Un colpo ben studiato, e messo a segno l’altra sera alle dieci in punto. I banditi hanno atteso che la donna andasse alla finestra per chiudere le persiane e sono balzati in casa. La banda si è separata: due hanno costantemente tenuto d’occhio i coniugi l’altro ha controllato il giovane. L’imprenditore alla fine ha aperto cassa. Il figlio però è riuscito a dare l’allarme. Sirene e lampeggianti hanno isolato le strade del quartiere. Gli uomini del capitano Cataldo Pantaleo sono arrivati al momento giusto, e hanno cominciato la caccia all’uomo. Uno dei banditi lo hanno bloccato: il capo. Tiziano Elli, 46 anni, residente a Cesano Maderno, un «pluripregiudicato»: nel suo curriculum, ricettazione, furto e la rapina ad una gioielleria che gli è costata 8 anni di galera. Sui complici non ha aperto bocca.