Detassazione: un bonus da 3,14 miliardi

Una volta raggiunta l’intesa per la riforma del modello contrattuale, le parti e il governo concorderanno la detassazione degli aumenti di secondo livello e un taglio dei contributi sociali. Il governo renderà stabile per il 2009 la detassazione ora legata, in via sperimentale, a straordinari e premi aziendali, solo in caso di accordo sui contratti. La detassazione vale circa 2 miliardi di euro (si moltiplica per due lo stanziamento da 1 miliardo deciso per il secondo semestre 2007): in breve, gli aumenti concessi in base a contrattazione aziendale o territoriale sono tassati di meno, e la busta paga cresce di più. La decontribuzione a favore delle imprese dovrebbe valere all’incirca un altro miliardo. Secondo i calcoli della Cisl, in totale il bonus 2009 è di 3,14 miliardi di euro.