Detenuto si ferisce e poi si cuce la bocca

Per protesta si è conficcato un paio di forbici nel collo, un chiodo sulla fronte e si è cucito la bocca con cinque giri di filo di rame. Protagonista della raccapricciante iniziativa è un giovane detenuto romeno, Eduard Dicuseara, di 29, rinchiuso nel carcere di Regina Coeli. La vicenda è stata resa nota da garante regionale dei diritti dei detenuti, Angiolo Marroni, per il quale «è drammaticamente chiaro» che Dicuseara dovrebbe «scontare la propria pena lontano dal carcere».