Deutsche Bank: siamo in gara per Fidis

Interessate alla società 5 banche. Offerte vincolanti tra due settimane. Il 50% vale un miliardo di euro

da Milano

Prima conferma alle indiscrezioni sui nomi delle banche interessate al 50% di Fidis, finanziaria del Gruppo Fiat, Fidis. L’amministratore in Italia di Deutsche Bank, Vincenzo De Bustis, ha fatto sapere che l’istituto tedesco è per ora della partita. «Credo che Deutsche Bank farà parte del gruppo di banche che presenteranno un’offerta», ha detto. La scorsa settimana era filtrata invece a sorpresa l’indiscrezione che Bnp Paribas sarebbe pronta a offrire fino a un miliardo per acquistare metà della finanziaria. In realtà l’indicazione trova nuove conferme, dal momento che secondo quanto si apprende da fonti finanziarie, tutte le trattative in corso starebbero ruotando attorno a quella valutazione. Questa sarebbe comunque la quota che il Lingotto si attende di incassare dalla vendita della metà di Fidis, una volta esercitata l’opzione a rientrare in possesso del 51% della società che nel 2002 aveva ceduto a un pool di banche. Le offerte vincolanti per il 50% di Fidis dovranno venir presentate tra due settimane. Il 27 luglio è previsto il consiglio di amministrazione della Fiat sui risultati trimestrali. I tempi sembrano piuttosto stretti per un’intesa già entro fine mese, ma non sono mancate nei giorni scorsi ricostruzioni che ipotizzano già entro agosto l’individuazione da parte del Lingotto di un partner con cui proseguire in maniera riservata. Tra gli interessati alla metà di Fidis, con Deutsche Bank e Bnp Paribas, ci sarebbero anche SocGen e Crédit Agricole. In lizza sarebbe rientrata recentemente anche Mediobanca.