Deutsche Tel cede a Francoforte

Avvio di settimana negativo a New York, per le nuove tensioni nel prezzo del greggio e per la flessione dell’indice Ism servizi di novembre, sceso a 58,5 da 60 punti di ottobre. I ribassi sono stati superiori allo 0,5% con una punta fino all’1% per il Nasdaq. Tra le azioni più penalizzate, Boston Scientific arretra del 2,3% dopo l’annuncio dell’offerta di acquisto su Guidant, che cresce intorno al 10%. Cala Intel (meno 2%) all’annuncio di nuovi impegni finanziari per realizzare l’ingresso sul mercato indiano. Tiepide le quotazioni dei grandi magazzini, con Wal-Mart in calo dell’1,4% e Target Corp del 2%. In negativo l’Europa, con flessioni contenute negli indici sotto lo 0,5%. Irregolare la piazza di Londra per l’impennata di Virgin Mobile (più 14%), in vista di un accordo con Ntl, per dar vita a un gruppo internet europeo. Corre a Parigi il titolo Eads per nuove commesse in Cina, mentre a Francoforte cedono oltre l’1% Deutsche Telekom e Rwe; bene gli assicurativi.