Deutsche Telekom riprende quota

L’orientamento incerto di New York ha condizionato le Borse mondiali, che accentuano le correzioni degli indici, giunti quasi dovunque sotto i livelli di fine anno. Per la Borsa Usa anche il Nasdaq ha perduto i progressi iniziali, nonostante la buona tenuta di Dell (più 1,1%) e Apple (più 1%), mentre cedono terreno eBay (meno 3,9%) e soprattutto Tellabs (meno 5%). Cedenti anche i petroliferi, con ExxonMobil in calo dello 0,6%. In ripresa General Motors (più 1,3%). Borse europee in altalena. Tengono le piazze maggiori e segnano invece modeste flessioni Zurigo, Stoccolma e Amsterdam; sulla Borsa olandese cresce il titolo Endemol (più 8,3%), a voci di passaggi di pacchetti azionari. In calo i farmaceutici, con Elan che cede il 5,8%, GlaxoSmithKline e Astrazeneca dell’1,8%. In netta ripresa a Londra i titoli minerari, con punte fino al 4% per Xtrata. Grazie al ritorno di interesse sui telefonici, bene a Francoforte Deutsche Telekom (più 1,2%).