Devastano cantiere per imitare i «cartoni»

A giudicare dai danni che la sede dell’impresa di Italcementi di Albiano Magra ha riportato, il titolare aveva immediatamente creduto che si trattasse di un atto intimidatorio. All’apertura del cantiere, gli addetti avevano trovano un macello: danni per diverse migliaia di euro, strutture e macchinari distrutti. I carabinieri di Pontremoli hanno avviato le indagini, che si sono concluse come nessuno avrebbe mai potuto immaginare. Gli inquirenti, vagliando i filmati delle telecamere, hanno chiaramente distinto quattro figure introdursi furtivamente nell’area. Dopo lo stupore, hanno immediatamente avvisato la procura dei minori. I vandali infatti sono quattro bambini tra i 12 e i 13 anni che frequentano le medie in una scuola di Aulla.
I carabinieri hanno convocato i ragazzini e le famiglie in caserma. Qui i giovanissimi hanno ammesso senza difficoltà, e sotto gli occhi increduli dei genitori, quanto avevano fatto. Senza scuse, hanno tutti detto di aver voluto emulare i personaggi di un cartone animato e, armati di mazza e picconi, si incitavano l’un l’altro a distruggere quante più cose possibili. I «baby guerrieri», scampati ai ceffoni dei genitori per l’intervento dei carabinieri, e non essendo punibili per legge visto perché under 14, hanno suscitato la compassione del titolare della ditta che pare non voglia sporgere denuncia.