«Deve aspettare e sognare la nazionale»

Antonio Cassano, c’è sempre lui sotto i riflettori. E così, in occasione della cerimonia per i 40 anni dell’Associazione italiana calciatori, Marcello Lippi, ct azzurro, in diretta con Sky, si è tolto l’auricolare e se ne è andato quando gli è stata fatta la domanda sul numero 99 doriano. Poi, però, ha precisato: «Cassano e Del Piero rientrano nella categoria di quei giocatori che devono aspettare e sognare la Nazionale». E sul fatto che l’attaccante doriano non è ancora stato convocato nel Club Italia è intervenuto anche il presidente della Figc Giancarlo Abete: «È una valutazione di carattere tecnico che è competenza dell’allenatore, per me va bene se Lippi lo convoca ma anche se non lo convoca». Un dibattito che ha coinvolto anche Renzo Ulivieri, presidente degli allenatori italiani: «Antonio deve maturare ancora tanto. Di sicuro ha grandi capacità fisiche e soprattutto tecniche, che se fosse capace di tirare fuori completamente farebbe sicuramente il bene dell’Italia. Non ho parlato con Lippi, ma so cosa chiede lui ai giocatori della Nazionale. Quando Cassano avrà acquisito finalmente determinate caratteristiche, vedrete che Lippi lo convocherà in Nazionale...». Ieri ripresa degli allenamenti in vista dello Stoccarda, l’arbitro sarà lo sloveno Damir Sgomina.