Deve emergere un’energia nuova

Caro Lussana, la crisi della cultura di sinistra impone, come tu segnali con energia, un'emersione della cultura nuova, dei fermenti nuovi, delle persone capaci di rinnovarsi uscendo dalla asfissiante rete protettiva del vecchio regime. Maifredi sta facendo la sua battaglia con generosa intelligenza e tanti, in vari settori, si muovono pur nell'ombra mentre la cultura con quattro-cinque figuranti della duxetta passa nelle forche caudine dei commissari. Nella lunga notte di fine regime tutte le vacche sono nere-diceva Hegel. In questo quadro vado da anni contrastando la penosa e servile situazione della cultura teologica che dovrebbe favorire nuovi politici cattolici come si augura il papa. Ma un tema duro e ruvido resta la storia della resistenza e dell'antifascismo genovese. (...)