«Devo sposarmi mi assolva» Ma non era vero

Lo hanno arrestato perché clandestino, e con un decreto di espulsione sulle spalle. Ma davanti al giudice un marocchino di 40 anni ha estratto due anelli nuziali e ha implorato clemenza dicendo di doversi sposare il giorno successivo. La donna indicata è però caduta dalle nuvole: «Mai parlato di matrimonio». Il marocchino era stato fermato durante un controllo dai carabinieri nei pressi di Cascine San Pietro e subito portato nell’Aula di giustizia di Cassano D'Adda. Prima della sentenza ha chiesto clemenza mostrando due fedi in oro e dicendo di doversi sposare l'indomani. Il giudice, impietosito, ha disposto che potesse celebrare sereno il matrimonio. I carabineri hanno rintracciato la ragazza, una marocchina di 30 anni, che vive a Milano, chiedendo conferma. Lei ha però spiegato di non saperne nulla e l’uomo è stato subito portato in carcere.