La Dia sequestra 4,5 milioni di euro

Otto persone accusate di riciclaggio e 4,5 milioni di euro sequestrati tra Italia e Svizzera. È il risultato del lavoro del centro operativo di Milano della Direzione investigativa antimafia (Dia) che ha sequestrato beni mobili, immobili, conti correnti e attività finanziarie per circa 1 milione di euro a persone appartenenti al clan di Biagio Crisafulli, esponente della criminalità organizzata in Lombardia, detenuto dalla seconda metà degli anni Novanta. Le indagini erano partite un anno fa e ad aprile era stato arrestato Marco Rodolfo Del Vento, uomo di fiducia di Crisafulli, già latitante per un'ordinanza di custodia cautelare per traffico di stupefacenti. In quell'occasione erano state sequestrate attività commerciali e finanziarie per circa 2 milioni di euro.