Dialoghi con il giudice sugli extracomunitari

Il Fronte Nazionale di Freda già nel 1989 parlava di «espulsione immediata degli extraeuropei immigrati illegalmente». Oggi è il tema del giorno, ma nel ’93 il Fronte fu messo fuorilegge per «razzismo». Freda, in L’albero e le radici (Ar, pagg. 150, euro 17) racconta le sue idee scomode attraverso i dialoghi con il Pm che lo processa. Una battaglia etica in cui emerge la sua visione culturale ispirata «ai precetti non scritti degli Dei», come dice Sofocle. Freda difende il suo mondo dove l’aristocrazia sposa Eraclito, Dante e Spengler. Con Platone, dice che giustizia non è uguaglianza ma «dare a ciascuno il suo posto», non sradicare le etnie in nome di un ipocrita umanitarismo. Un testo complesso e dirompente. Mostro, perseguitato o ciò che preferite. Leggete e giudicate senza pregiudizi.