Dialogo tra Islam e Occidente Fini dà la parola ai giovani

Un «grande incontro giovanile» per promuovere il dialogo fra Occidente e Islam. È il progetto emerso dall’incontro a Villa Madama fra il vicepremier e ministro degli Esteri Gianfranco Fini e gli ambasciatori dei Paesi membri della Lega Araba. Si tratta di «un’idea accolta con grande partecipazione e che quindi renderemo operativa» ha spiegato Fini. Il titolare della Farnesina ha in mente un «grande incontro giovanile, cui parteciperà una delegazione di 40-50 ragazzi provenienti dai Paesi della Lega Araba che incontreranno una platea di giovani italiani».
La data e il luogo sono ancora da definire, ma «valuteremo dove farlo nell’ambito di un’istituzione universitaria con il coinvolgimento del ministero della Pubblica Istruzione». L’obiettivo è «far parlare fra di loro i ragazzi e in qualche modo di superare quelle che possono essere diffidenze, la scarsa conoscenza della cultura». Fini ha sottolineato la necessità di una decisa azione e di una «rafforzata cooperazione contro il terrorismo di matrice fondamentalista che rappresenta il principale pericolo alla stabilità degli stessi governi arabi».