Diana, contattati esperti di mummie

Il corpo della principessa Diana potrebbe essere riesumato da due esperti di mummie. I responsabili dell’inchiesta sulla morte della moglie del principe Carlo avrebbero contattato due patologi americani specializzati in test su corpi mummificati. A scriverlo è il tabloid inglese Sunday Express. Subito dopo l’incidente automobilistico avvenuto sette anni fa a Parigi, i resti della principessa furono imbalsamati su ordine dell’ambasciata britannica in Francia. Processo, questo, che distrusse ogni prova sulla presunta gravidanza di Lady D. Una riesumazione ufficiale del corpo non è ancora stata chiesta. Ma il fatto che due dei massimi esperti di mummie siano stati contattati dimostra forse l’intenzione di chiarire ogni dubbio. Jerry Conlogue e Ron Beckett (questo il nome dei medici) lavorano alla Quinnipiac University del Connecticut e sono specializzati nelle autopsie difficili. «Anche molti anni dopo l’imbalsamazione, un corpo può dare informazioni preziose - spiega Conlogue -. Se la famiglia reale o il medico legale britannico vogliono la nostra collaborazione, saremo lieti di offrirla». Scotland Yard non ha voluto commentare la notizia. La mummificazione del corpo di Lady Diana ha sempre alimentato le teorie su un possibile complotto. La morte della principessa, avvenuta il 31 agosto 1997 al Pont de l’Alma a Parigi, presenta ancora lati oscuri. L’imbalsamazione, conclusa in fretta, ha sempre alimentato le voci su una possibile gravidanza da occultare a ogni costo. Anche perché, curiosamente, il corpo di Dodi non è mai stato mummificato.