Diana Krall star tra le star nello show per New Orleans

L’uragano Katrina, che lo scorso settembre ha devastato New Orleans e Biloxi assai più di quanto si sia saputo e scritto, ha colpito duramente la sensibilità dei musicisti e degli appassionati di jazz, per i quali New Orleans rimane la culla della grande musica afroamericana del ventesimo secolo. Si sono quindi moltiplicate le iniziative per portare aiuto alle due città (alcune anche in Italia: la prossima è il Festival SOS New Orleans Jazz Heritage a Ferrara dal 18 al 22 dicembre). Grandissimo è stato il Benefit Concert organizzato il 17 settembre al Lincoln Center di New York per iniziativa di Wynton Marsalis il quale, come il padre e i tre fratelli musici, è nato a New Orleans. Vi hanno partecipato solisti e orchestre fra i più noti del jazz attuale. L’incasso è andato al comune di New Orleans e adesso c’è il cd dal vivo, anch’esso per beneficenza. Vi si possono ascoltare, tra gli altri, Joe Lovano, James Taylor, Dianne Reeves, Cassandra Wilson, Norah Jones, Diana Krall bravissima nientemeno che in Basin Street Blues. L’unico che fa cilecca è proprio Wynton Marsalis, che riesce ad elaborare una parodia dell’armstronghiano Dippermouth Blues. Ma perché?

Vari Autori Higher Ground (Blue Note)