«Diavolo Dance Teather» domani al Manzoni

Acclamata in tutto il mondo, dall’America al Sol levante, per la prima volta in Europa la compagnia Diavolo Dance Theater diretta da Jacques Heim arriva domani sera al Teatro Manzoni, per un "evento straordinario" nell’ambito di Aperitivo in Concerto, la rassegna nata ventidue anni fa, organizzata e promossa da Publitalia ’80 e da Mediaset, come appuntamento per i cultori della musica classica.
Dopo essersi svecchiato una decina d’anni orsono con l’inserimento di concerti jazz e di musica contemporanea, ora Aperitivo in concerto, per iniziativa del direttore Gianni Morelenbaum Gualberto, apre le porte anche alla danza.
Virtuosismo e spettacolarità, tensione drammatica e coinvolgimento, per creare performance di danza astratta. Il tutto assemblato in uno spettacolo non inquadrabile genericamente nella modern dance.
«Dal mio punto di vista - spiega Heim -, il nostro stile è molto originale e interessante. È chiaro che non tutti dicono che noi facciamo danza; ma ogni movimento, ogni gesto anche quotidiano, può essere tradotto in balletto».
Proprio dai movimenti consueti, quelli che ognuno di noi compie ogni giorno, come camminare e stare seduti, ma anche cadere o correre, Heim ha tratto la fonte di ispirazione per i suoi lavori.
Il tutto sviluppato anche attraverso marchingegni futuristici (ma che potrebbero anche appartenere al passato), ruote giganti, dove gli undici artisti, tra acrobazie circensi e street dance (molto fisica), danno corpo alle impressioni che, come un attento osservatore, il direttore artistico riversa trasponendole su un foglio di carta e traducendole seguendo l’alfabeto della sua arte.
Diavolo Dance Theater, Teatro Manzoni, Aperitivi in Concerto, lunedì ore 21, info 800-914350 (numero verde), ingresso 16 e 12 euro