Diaz, anche la Cgil ha visto i black bloc

G8 - Diaz: processo ai 29 poliziotti. Sulla presenza dei black bloc all’interno e nelle vicinanze della scuola, non vi sono mai stati dubbi, a partire dalle indagini preliminari, come documentato ieri su queste colonne, a proposito delle dichiarazione in aula di alcuni abitanti di via Battisti. Oggi, a riprova di quanto già emerso, riferiano le deposizioni di altri residenti, compresi esponenti di istituzioni, come Guido Fassio, segretario regionale della Filt Cgil, che ha raccontato d’aver dovuto spostare il 20 luglio la sua auto da piazza Merani, perchè c’erano gruppi di ragazzi che tentavano d’entrare nella sede del «Social forum», e che presero dei cavalletti da un cantiere. Un veronese di 83 anni ha riferito d’aver visto auto da cui scendevano persone con tute nere, che cambiavano l’abito e entravano nella scuola. Un altro ha detto d’aver visto tre auto con targhe straniere, i cui occupanti (alcuni contusi) si toglievano le tute nere e le buttavano nei cassonetti. Lo stesso testimone ha visto la sera del 21 gruppi di giovani che ribaltavano cassonetti, altri che caricavano mazze su un camioncino e altri che lanciavano pietre contro i poliziotti. «Le testimonianze smentiscono - ha dichiarato l’Udc Giampiero D’Alia - le fantasiose ricostruzioni accusatorie dei pm contro la polizia». Concordano Gasparri e Ascierto (An), Adenti (Udeur) e Santelli (Fi).