Alla Diaz crocefissi come scopini

Alla Diaz accadeva anche quello che nelle immagini che hanno fatto il giro del mondo non si fa vedere. C’erano anche i crocefissi usati come scopini per i water. Lo ha raccontato ieri, nel corso della sua deposizione in tribunale Pietro Stranieri, caposquadra della polizia, uno segli agenti che verranno difesi da Ignazio La Russa. Stranieri, nel corso della sua deposizione, ha raccontato di aver trovato dentro un water della scuola un crocifisso che era stato usato come scopino, e per rispetto lo aveva messo nel lavandino. Il poliziotto ha sottolineato che il giorno dopo immagini del TG5 avevano ripreso il crocifisso vicino ad una pozza di sangue nel pavimento.