Dibattiti su Sky Per Murdoch il Terzo Polo non esiste più

Lo squalo Murdoch s’è pappato il Terzo Polo. Sky, il colosso televisivo che fa capo al magnate australiano, ha infatti deciso di escludere i candidati sindaci centristi dai dibattiti in tv. Una scelta che ha causato una certa indignazione all’interno del Terzo Polo. Tanto che il capogruppo dell’Udc in Commissione di Vigilanza Rai, Roberto Rao, non ha scelto mezze misure per bacchettare Sky. «È curioso - spiega - che chi si è sempre richiamato al rispetto delle regole e ne ha fatto anche in sede europea un punto cardine della sua battaglia per la sopravvivenza in un mercato dominato dal duopolio, oggi intenda violarle così apertamente, come pubblicizzato dagli spot della stessa emittente». «Il Direttore di Sky Tg24 - prosegue l’esponente centrista - nella sua lettera ha parlato di scelta editoriale di preferire un confronto con due soli candidati. Le scelte editoriali, però, non possono certo violare il Regolamento dell’Agcom e la par condicio. Poi, abbiamo scoperto che a Napoli il confronto sarà a tre, sempre però con l’esclusione del Terzo Polo. A questo punto, non vorremmo che ci fosse, oltre a una presunta e non condivisibile scelta editoriale, anche un interesse aziendale in un momento in cui gli scenari televisivi sono in forte evoluzione».