Dibattiti sulla trasformazione delle aree industriali

Apre domani la terza edizione di Eire-Expo Italia real estate. Eire si è affermato in tempi rapidi come il principale evento italiano dedicato al real estate annoverandosi tra le principali fiere europee e internazionali del settore immobiliare dedicate agli operatori. La terza edizione si terrà fino al 25 maggio nei padiglioni 2-4 di Fiera Milano (Rho). Sono attesi per i quattro giorni di manifestazione oltre 18mila operatori internazionali. Il Salone occuperà una superficie espositiva di oltre 35mila metri quadrati dove saranno presenti oltre 350 espositori provenienti dall’Italia e dall’estero. Questa terza edizione, infatti, segna un’importante svolta nello crescita del Salone, confermando definitivamente la sua vocazione internazionale. Saranno infatti presenti, oltre - come sempre - a importanti visitatori e investitori internazionali, anche numerosi espositori stranieri, provenienti in particolare da Dubai, Egitto, Emirati arabi uniti, Turchia, Marocco, Serbia e Bulgaria.
Oltre a rappresentare e a ospitare tutti i principali protagonisti di questo settore, Eire è anche un momento di importante approfondimento culturale e di confronto sui principali temi di attualità. Sono previsti, a questo proposito, quattro convegni istituzionali organizzati dal comitato scientifico di Eire, oltre a 40 seminari ed eventi organizzati dagli espositori. I temi che i convegni affronteranno riguardano l’emergere delle nuove città dalla trasformazione delle aree industriali dimesse, il ruolo degli investimenti immobiliari per la competitività del sistema turistico italiano, l’evoluzione dello scenario commerciale e, infine, le esperienze innovative che testimoniano come il mercato dei capitali si sia mosso all’interno del settore immobiliare. Eire sarà nuovamente uno momento privilegiato per un settore decisivo della crescita economica generale e collettiva.