Dibattito sui dirigenti

Conclusione d’eccezione per il progetto di formazione che la Scuola dirigenti di categoria, promossa dal Consiglio nazionale dei ragionieri e dalla Fondazione Pacioli, ha sviluppato in questi due anni. «Governare la professione. Quale classe dirigente per le professioni intellettuali» è il tema su cui politici, tecnici e imprenditori si confronteranno con il mondo delle professioni, l’11 dicembre a Roma, presso il Grand Hotel Parco dei Principi. «L’obiettivo - spiega il direttore della Scuola, Mario Valle - è contribuire al dibattito in atto sulla crisi della classe dirigente italiana, in cui finora si è parlato del mondo politico, imprenditoriale e della pubblica amministrazione, dimenticando i professionisti: un milione e ottocentomila gli iscritti agli albi, che rappresentano una fetta consistente del Pil. Un mondo dalle caratteristiche peculiari, anche per quanto riguarda la classe dirigente». I lavori saranno aperti dal presidente del Consiglio nazionale William Santorelli, mentre Mario Valle presenterà i risultati dell’attività della Scuola. Seguirà la tavola rotonda, cui parteciperanno fra gli altri il sociologo Carlo Carboni, il direttore della Luiss Pierluigi Celli, il deputato Udc Michele Vietti e l’economista Geminello Alvi.