Diciamoglielo in faccia

Mercoledì sera, sulla Rai, lui c’era. Come sempre: che sia calcio o Giro d’Italia, per l’opinionista coi baffi lo sport è poesia e figuriamoci se può mancare quando - alla fine di una partita di Champions League - si presenta in tv l’Allenatore del momento, quello appunto con la A maiuscola. E allora dallo studio gli dicono: «Vuoi fare una domanda?». Lui, l’opinionista coi baffi, prende la palla al balzo e si fionda: «Buonasera Mister. Innanzitutto volevo dirle che l’ammiro tanto perché lei dà sempre delle risposte intelligenti alle domande più banali». Segue appunto domanda banale e la risposta è intelligente assai, così dallo studio - appena il Mister lascia la postazione - al Nostro chiedono se è soddisfatto: «Bè, stasera il Mister è stato gentile. Non come gli capita altre volte». Già, direte voi, ma quel Mister non era così intelligente? E poi: non poteva dirglielo in faccia che non era stato gentile? Già, ma quell’opinionista lì ha già i baffi. Non pretenderete mica che abbia anche gli attributi.