Diciannove artisti mettono in mostra la natura del futuro

Quale definizione oggi per la Natura e il nostro ecosistema? La risposta degli artisti è l’hyperorganico, tema centrale della mostra inaugurata ieri alla Triennale di Milano, curata da Jaqueline Ceresoli e diretta da Pietro Addis. Il titolo completo è «Hyperorganic. Ambiente emergente» e si tratta di uno degli eventi del Festival Internazionale dell’ambiente. In mostra 19 artisti, fra cui Piero Albetti, Eloisa Gobbo, Alessandro Grisoni e Monica Palumbo, che hanno definito paesaggi immaginabili o situazioni sperate per il pianeta e i suoi abitanti. Le opere denunciano i problemi ambientali e mescolano materiali organici e inorganici che si trasformano, attraverso una metamorfosi che supera la vita e raggiunge l’«hyper», ciò che sta oltre l’organico. La mostra resterà aperta al pubblico fino all’11 Giugno.