Diciottenne giù dal 7°piano per amore: è gravissima

Una studentessa universitaria ha tentato di togliersi la vita l’altra notte in via Feraboli 52. Laura T. ha solo 18 anni ed è originaria di Sesto San Giovanni. La ragazza vive con la sorella maggiore, anche lei studentessa, in uno stabile di nove piani al confine tra il Ticinese e il Gratosoglio. E da lì, dal settimo piano, intorno alle 3.30, Laura si è lanciata nel vuoto. È caduta su alcuni gradini, accanto a una ringhiera, sbattendo contro un corrimano.
Quando la polizia è arrivata sul posto, insieme ai soccorritori del 118, proprio non si capiva come quella ragazza potesse essere ancora viva dopo una caduta come quella. La corsa all’ospedale, la clinica Humanitas, ha confermato che la sola, grande frattura che la giovane aveva riportato è quella a un avambraccio che le si è completamente staccato. E che ora i medici stanno cercando di intervenire sull’arto lesionato.
Prima di buttarsi dal balcone la ragazza ha mandato due sms a due persone diverse comunicando l’intenzione di togliersi la vita e dicendo che lo avrebbe fatto lanciandosi dal balcone. «Giò, mi sto buttando» ha scritto la ragazza in uno dei messaggi.
«Una delusione d’amore» dicono nel grande stabile i vicini che conoscono meglio la sorella. Non si riesce a capire di più e anche le amiche non sanno che spiegazione dare. Sicuramente una brutta storia personale. Che forse la vicinanza della famiglia riuscirà a ricomporre.