Dida da brivido nelle uscite Missile Seedorf

PARMA
6 DE LUCIA. S’inguaia col rigore, si salva col palo, resiste a un paio di punture.
5 BONERA. Si son perse le tracce del talento chiesto da mezza serie A.
6 P.CANNAVARO. Sotto assedio offre qualche garanzia in più. Dal 28’ st FERRONETTI sv.
6 F.COUTO. Se c’è un polverone, è il primo a presentarsi.
5 CONTINI. Perde Cafu nell’azione del 2 a 0 milanista.
6 GRELLA. Anche lui si applica a Kakà col puntiglio del secondino.
5 SIMPLICIO. Scaduto nella forma e nella voglia.
6 COLY. Il senegalese boscaiolo taglia la solita legna.
6 MARCHIONNI. Primo tempo alla grande, secondo vissuto ai margini. Dal 40’ st CARDONE sv.
6 BRESCIANO. Procura qualche guaio a Cafu, si arrende all’intervallo. Dal 1’ st MORFEO 6. Gioca da fermo e gli basta per due assist al bacio.
7 CORRADI. Prima carica come un toro, poi prende a capocciate la porta rossonera.
5 Allenatore BERETTA. Troppo agitato in panchina.
MILAN
5,5 DIDA. In porta è ancora una garanzia, nelle uscite è da brividi: sempre fuori tempo.
6 CAFU. Se fa l’ala sguarnisce la difesa, ma da ala firma un gol capolavoro. Nella ripresa resta in trincea.
5,5 NESTA. Lippi e la Nazionale devono restituirlo a un minimo sindacale di condizione: così è impresentabile per Germania 2006.
6,5 KALADZE. Dei due centrali è diventato l’anello di ferro della catena: se c’è lui Corradi non vince duelli in quota.
5,5 SERGINHO. Con Coly davanti non trova spazio né lo smalto per rifinire con il cross le sue proverbiali fughe. Dall’11’ st JANKULOVSKI 6. Anche da terzino convince.
7 GATTUSO. Per il centrocampo è come quel famoso spot pubblicitario: se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo.
5,5 PIRLO. Il piedino è ispirato, il ritmo basso, un recupero difensivo risulta decisivo, altre giocate diventano banali.
6,5 SEEDORF. Il suo missile, su punizione, spegne i fuochi della partita, per il resto esagera con il palleggio e con il dribbling.
6 KAKÀ. Rigore a parte, la giocata migliore gli riesce nella ripresa, col proverbiale dai e vai: centra il palo.
SV SHEVCHENKO. Toccato duro al ginocchio destro. Dall’8’ pt GILARDINO 6,5. Entra a freddo, guadagna il gol del 2 a 1, gioca sempre per la squadra e si ritaglia un tiro solitario nel finale.
5,5 INZAGHI. Guadagna con lealtà il penalty, poi cerca gloria senza mai trovarla. Dal 26’ st RUI COSTA 5. Troppo gigione.
6,5 Allenatore ANCELOTTI. Forse era meglio lasciare a casa Sheva.
6,5 Arbitro PAPARESTA. Non sbaglia negli snodi decisivi.