Dida c’è, Cafu-Oddo unico dubbio

Nelson Dida è ufficialmente iscritto nell’elenco dei convocati per Manchester (partenza questa mattina dallo scalo di Malpensa). Superato, ieri mattina a Milanello, il test decisivo per medici e i componenti dello staff tecnico. «Appuntamento all’Old Trafford» è il rinvio strategico fissato da Ancelotti per evitare annunci prematuri. Il tendine della spalla destra continua a dare qualche problema al portiere brasiliano. E non tanto nelle cadute per le parate quanto invece nei gesti atletici necessari per il rinvio del pallone. Di qui, appunto, la prudenza. Ma Dida è da considerare recuperato e la sua presenza in campo a Manchester garantita. Kalac, che pure non ha demeritato contro il Cagliari, può tornare ad accomodarsi in panchina.
Tutto risolto per lo schieramento inglese del Milan? Non proprio. Perchè se il ruolo di centravanti è in pratica assegnato a Gilardino, rimesso in sesto, moralmente, dai due gol di Ascoli, c’è ancora un dubbio relativo alla difesa. E non certo per la coppia centrale, allestita con Nesta e Maldini, ma per il compito di guardiano dell’argine destro. Oddo, a livello internazionale, offre minori garanzie rispetto a Cafu che sabato sera è stato semplicemente strepitoso.