Dida e Nesta male, Marchionni incanta

MILAN
DIDA 4,5. È da ricostruire nel morale e nella forma: prima para bene su Marchionni, poi regala gol al Parma. Così non va.
SIMIC 6. È sempre il ruotino di scorta ma serve più di Stam che fisicamente sembra davvero un colabrodo. Ogni tot ne ha una.
NESTA 4. In assenza di Maldini, tocca a lui dirigere la banda. Ma non c’è musica e ci sono troppe stecche. Forse non è ancora maturo per il ruolo di leader del reparto.
KALADZE 5. Appena cala la concentrazione, commette qualche errore (vedi angolo inutile): se sta sul pezzo, invece, va meglio.
SERGINHO 6,5. È la rivelazione della stagione, per il ruolo che interpreta benissimo. Nel primo tempo è una spina nel fianco del Parma.
(42’ st COSTACURTA sv).
GATTUSO 6. Va a consolare Dida sull’1 a 1, segno che oltre a correre e recuperare palloni, si occupa anche di recuperare il morale di uno dei suoi. Capitano vero.
PIRLO 6. Quando apparecchia le sue geometrie, fa risaltare il talento che deve essere abbinato anche alla precisione chirurgica.
SEEDORF 6. Partenza lanciata a sinistra: primi quattro palloni sballati e allora cambia corsia per trovare l’estro migliore senza riuscirci.
KAKÀ 7. Dicono che il matrimonio lo migliorerà. Vedremo. Di sicuro quando è al limite e raccoglie palloni invitanti ha sempre la porta nel mirino.
(28’ st RUI COSTA 6,5).
SHEVCHENKO 6,5. Se gli tocca servire Gilardino, è generoso oltre che prezioso. Se invece deve ritagliarsi una qualche azione da bomber vero, fatica. È in ritardo di condizione, ma timbra il cartellino nel finale.
GILARDINO 6.5. Promessa mantenuta: fa gol ed esulta senza scomporsi, in modo educato. Come si addice a un ragazzo del suo spessore.
(30’ st AMBROSINI sv).
All. ANCELOTTI 5. Prendere gol, in contropiede, dopo il 4 a 1 annullato è da dilettanti: lo dica ai suoi. Sostituzioni misteriose.
PARMA
GUARDALBEN 5. S’imbatte subito in Gila e Kakà: non è il massimo.
CARDONE 5. Infila una coltellata nella schiena dei suoi, senza volerlo.
P.CANNAVARO 5.5. Poco tempo per far festa al suo gol.
(14’ st BONERA 5).
COUTO 5. Cerca di chiudere qualche varco e di menare qualche fendente.
CONTINI 5. Sorveglia con qualche frutto la propria corsia.
GRELLA 5. Dalla sua parte deve fare il terzino per tenere a freno Serginho e Seedorf.
BOLANO 4.5. Stanco di subire tira un calcione a Kakà: lo ferma così.
(14’ st DESSENA 6 Assist al bacio per Marchionni).
SIMPLICIO 5. Gioca in un ruolo che non è suo, e si vede subito.
MARCHIONNI 7. Ignora Serginho in fase difensiva, ma se l’attacca, punge. E lo prende alle spalle a metà ripresa riaprendo la sfida.
BRESCIANO 5. Dalla sua parte non riesce mai a sfondare.
CORRADI 6. Di testa è un pericolo costante, se serve nel dopo Vieri, è disponibile.
All. BERETTA 6. A metà ripresa si rianima, alla fine si fa espellere.
Arbitro MAZZOLENI 6. Non sembra commettere gravi errori.