Dida sbaglia Seedorf giù Gila dove sei?

MILAN
DIDA 5.5. Alla prima azione vera del Lecce incassa gol: forse non ha proprio tutte le colpe ma è lecito dubitare del suo tempismo.
STAM 6. Lui non è un fulmine, il prato è di cemento, qualche impaccio lo tradisce e sul gol dorme.
NESTA 6. Impressionante è la percentuale di errori nei rilanci dell’azione milanista: consegna puntualmente palla agli avversari.
MALDINI 6,5. Deve governare in difesa più per rilanciare che per difendere.
SERGINHO 6.5. I suoi cross sono una delizia, Cassetti lo vede sfrecciare e decide di andargli contro eliminandolo dalla partita. Dal 18’ st COSTACURTA 6.
GATTUSO 6.5. Si rimette in sesto giusto in tempo per affrontare anche il Lecce, fare un gran numero di chilometri e tentare anche qualche tiro. Dal 35’ st JANKULOVSKI sv
PIRLO 7. Galvanizzato dal gol su punizione, tenta di ripetersi e finisce col centrare la barriera oppure col rincorrere traiettorie impossibili.
SEEDORF 5.5. Cerca il prodigio con una rovesciata volante, visto che non gli riesce prova a farsi perdonare con una serie di dribbling e di ghirigori che non sono sempre il massimo per i suoi piedi.
RUI COSTA 6. Deve farsi benedire in qualche santuario portoghese: lui e il gol sono due opposti che non si incontrano mai. Cerca di rimediare con una serie di lanci e qualche tacco di discutibile utilità.
SHEVCHENKO 6. Tutti lo aspettano e lo cercano, lui gira lontano dalla porta e quando può inquadrarla cerca di favorire Gilardino.
GILARDINO 5. A un certo punto si dà qualche pizzicotto: ma sono proprio io quello che sbaglia così tanto. Capita caro ragazzo. Dal 28’ st INZAGHI 8.5. È l’unico vero mago del Milan.
All. ANCELOTTI 6. Avrebbe dovuto nell’intervallo dare da matto per gli errori. È uscito invece col sorriso sulle labbra.
LECCE
SICIGNANO 5.5. Perde subito la bussola, poi si lascia graziare.
CASSETTI 5. Un tempo faceva l’ala, adesso aspetta in trincea.
DIAMOUTENE 5.5. Si aiuta con le maniere forti e viene ammonito.
STOVINI 6. È lui il capitano, colui che deve infondere coraggio.
RULLO 6.5 Quando capisce che è grigia si lancia in avanti alla ricerca di fortuna.
CAMORANI 6.5. Esemplare nello spirito di sacrificio: rincorre tutti.
LEDESMA 6. Cerca di ricucire quel po’ di gioco che il Lecce riesce ad apparecchiare.
PINARDI 5. Dalle parti di Gattuso la vita è dura, anzi durissima. Dal 31’ st MARIANNINI sv.
KONAN 6. Della sua velocità è possibile ammirare appena qualche scatto come quando brucia Dida in uscita.
VUCINIC 5. Senza Zeman ha perso quasi tutto, oltre che il gol facile.
VALDES 5. È come la mosca tse-tse che cerca di dar fastidio a un elefante (Stam). Dal 28’ st COZZOLINO s.v.
All. BALDINI 6. Brontola per un tempo, poi si rianima.
Arbitro: TOMBOLINI 5. Commette svarioni incredibili, in buonissima