Dieci alberi sradicati e un ferito

Violento e improvviso, il temporale che si è abbattuto ieri sera sulla città. Per una buona mezz’ora, pioggia battente e raffiche di vento che hanno causato qualche danno e un ferito lieve. Poi, l’acqua ha continuato a cadere a sprazzi. Ma il peggio era passato.
Una sola persona, infatti, è rimasta leggermente ferita a causa del nubifragio. Un uomo anziano che, in via Salomone (vicino a via Forlanini), è stato letteralmente spostato dal vento finendo con lo sbattere il mento contro un muro. Prima medicato sul posto, poi è stato portato al pronto soccorso in via precauzionale. Un passante in via de Amicis, invece, è rimasto colpito da alcuni calcinacci, ma non ha avuto bisogno di cure mediche.
Sono una decina, invece, gli alberi sradicati a causa del forte vento e finiti in strada. Uno, caduto in viale Molise, ha bloccato la carreggiata centrale della strada, con gravi disagi per la circolazione, ma non ha provocato nessun ferito. Ancora, due alberi sono finiti su alcune automobili parcheggiate in via Feltre e in via Venezuela, mentre altri alberi caduti o pericolanti sono stati segnalati in viale Umbria, in via Washington, Cagliero, Giovenale, Bocconi e Ferrari. Per il resto, carreggiate «invase» dai molti rami spezzati.
I centralini dei vigili del fuoco sono stati intasati da centinaia di telefonate di cittadini allarmati o che segnalavano inconvenienti. Così come quelli dei carabinieri, costretti a una cinquantina di interventi a causa degli allarmi scattati in negozi e abitazioni private in conseguenza del violento temporale.