Dieci anni, chiama il 112 e fa arrestare papà

«Papà sta picchiando la mamma, correte». La telefonata arriva alla centrale operativa dei carabinieri di Savona. E fa subito scattare l’allarme. La voce, interrotta dai singhiozzi è quella di una bambina. E in sottofondo le urla e i rumori confermano la drammaticità di quella richiesta di soccorso.
I carabinieri sono intervenuti per una lite in famiglia e hanno arrestato Andrea L., 40 anni, originario di Cosenza, per i maltrattamenti e le lesioni provocate alla donna. Ad avvertire il 112 è stata infatti la figlia, una bambina di 10 anni spaventata per la lite scoppiata in casa tra i genitori. I fatti sono accaduti a Noli, in provincia di Savona. La donna, decisa a trasferirsi altrove con la bambina, dopo anni di incomprensioni e violenze, ha scatenato l'ira del marito che ha iniziato a litigare furiosamente con lei. Dalle parole ai fatti, il diverbio è degenerato in un'aggressione alla consorte.
È stata la bimba, terrorizzata, a chiamare il 112. I carabinieri sono accorsi sul posto, trovando la bambina e la madre piena di lividi, proprio come era stato raccontato nella drammatica telefonata ricevuta pochi minuti prima. L'uomo è stato arrestato e già domani mattina comparirà davanti al giudice per l'udienza di convalida dell'arresto.