Dieci anni di cinema a piazza Vittorio

Alessandra Miccinesi

Aspettando la «vendemmia» di ottobre che dovrebbe avere il suo apice proprio con la nuova «Festa del Cinema di Roma», e strizzando l’occhio ai Mondiali di Germania (in caso di qualificazione dell’Italia, venerdì 30 e sabato primo luglio la programmazione delle proiezioni dovrebbe essere modificata per favorire tutti coloro che non rinunciano alla nazionale per godersi un bel film all’aperto), «Notti di Cinema a piazza Vittorio» è pronta per festeggiare i suoi primi dieci anni.
Un compleanno che la rassegna organizzata da Anec Lazio, in collaborazione con il Comune di Roma, celebrerà dal 28 giugno al primo settembre a suon di blockbuster e pellicole d’autore. Da «L’era glaciale 2» a «La bestia nel cuore», passando per «Match point» di Allen, «La damigella d’onore» di Chabrol, «Romanzo criminale» di Placido. E ancora «Inside man», «X-Man 3», «La sposa cadavere», «Madagascar», «King Kong», «Mission impossibile 3».
Fino a quattro proiezioni per sera (inizio alle 21.15) su maxischermi dolby digital per godere il meglio della produzione filmica italiana e straniera che ha contraddistinto l’ultima stagione. Molti gli appuntamenti in cartellone, a partire dall’evento inaugurale (mercoledì 28 e fino al 3 luglio) «Solidarietà e impegno civile» che prevede la proiezione di film legati a forti tematiche sociali («Good Night and Good Luck», «La Guerra di Mario», «Private» e «Transamerica»).
Ospitata nei giardini della storica piazza dell’Esquilino, «Notti di Cinema» rafforza il suo legame con i circuiti festivalieri ospitando per il terzo anno, nella sezione «Grandi Festival», un distillato della 42ª Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro (4-8 luglio). Oltre al vincitore del Concorso «My country, my country» di Laura Poitras saranno proiettate altre nove pellicole, due delle quali alla presenza dei registi il 5 luglio: «Los Rubios» di Albertina Carri e «Los guantes màgicos» di Martìn Rejtman.
Come da copione toccherà a «Locarno a Roma» spegnere gli schermi con una scelta dei vincitori della 59ª edizione del festival svizzero. Spazio anche al Festival della Cultura Vietnamita - «Il drago e la farfalla» (11-14 luglio) che proporrà titoli aurei come «Il profumo della papaia verde» e «Indocina». E ad agosto, assaggi da brivido del prossimo Fantafestival, rassegna che si svolgerà a settembre a Sabaudia. Tra le chicche, «L’uomo che cadde sulla terra», «L’invasione degli ultracorpi», «Blob, fluido mortale» e «Una lucertola con la pelle di donna». Il biglietto di ingresso è di 5 euro.
Info: 06/44363250.